MPT suggerisce Il Corso Omega! Non perderlo.

L'autorità: Il potere di servire

Questa pagina è estratta da un articolo scritto da Dottor Charles Stanley ed è usato con il permesso del suo sito www.intouch.org (inglese).

"Ho io la responsabilità"

Truman
"Ho io la responsabilità".

La famosa frase "Ho io la responsabilità" ("The buck stops here") del Presidente Americano Harry Truman ci rivela il cuore di un uomo che è arrivato ad una posizione di autorità. Dopo anni a ricevere ordini da altri, ci troviamo finalmente con l'abilità di esercitare autorità su altri. La nostra parola diventa finale, come quella del centurione romano: "dico a uno: 'Va', ed egli va; e a un altro: 'Vieni', ed egli viene" (Matteo 8:9).

L'autorità ci mette in una posizione pericolosa. Perché, come disse un altro uomo di stato, "Il potere corrompe; il potere assoluto corrompe in modo assoluto". L'autorità è assunta ed amministrata dal fedele di Cristo ad un livello ben diverso da quello dei membri del sistema globale così affamato di potere.

Imparare a lavorare sotto l'autorità

La prima cosa fondamentale per l'uso giudizioso dell'autorità è di imparare a lavorare sotto l'autorità. Questo è essenziale. Fin quando non saremo capaci di accettare l'autorità di quelli sopra di noi, non saremo mai qualificati ad esercitarla. Se il nostro atteggiamento attuale verso quelli in autorità sopra di noi è ribelle e sprezzante, la nostra comprensione dell'autorità è fallace, secondo Dio.

Soldato

Fu mentre Giosuè lavorava giornalmente sotto il regno di Mosè che seminò il seme per la sua promozione. Fu mentre Eliseo si inchinava davanti all'autorità di Elia durante i loro viaggi che guadagnò i potenti abiti da profeta.

Si dovrebbe menzionare che il centurione romano non solo urlava comandi; era anche un uomo "sotto l'autorità di altri". Anche lui aveva i suoi superiori ai quali dover rendere conto. Indipendentemente da quanta autorità potremo possedere, dovremo sempre rendere conto a qualcuno del nostro operato.

Forse ti è molto difficile lavorare sotto l'autorità. Se è così, ricordati delle parole dell'angelo rivolte ad Agar, la schiava che fuggì nel deserto per sfuggire il duro trattamento della gelosa Sara. "Torna dalla tua padrona, e sottomettiti alla sua autorità" (Genesi 16:9). Un compito difficile, senza dubbio, ma questo diventò la base per la benedizione di vedere la moltiplicazione dei suoi discendenti.

Il potere di servire

Una volta che impariamo a sottometterci ai nostri leader, allora possiamo giustamente cercare ed accettare una posizione di maggiore autorità. Il raggiungimento di questo obiettivo, però, non può essere causa di ostentazione e vanteria, ma piuttosto un'opportunità per servire di più.

Il criterio spirituale per diventare il leader più grande è di diventare il servo più efficace.
Croce
"Cristo ha amato la chiesa e ha dato sé stesso per lei" - Efesini 5:25

Questo è il secondo principio fondamentale per l'autorità: più in alto saliamo nella gerarchia più dobbiamo diventare efficaci nel nostro servizio.

Questo fu il segno che contraddistinse il Salvatore il quale, sebbene avesse l'autorità sugli spiriti immondi (Matteo 10:1), sui peccati (Matteo 9:6), sui venti e sull'acqua (Luca 8:25), comunque "non è venuto per essere servito, ma per servire" (Marco 10:45).

Quindi, il criterio spirituale per diventare il leader più grande è di diventare il servo più efficace. Il potere della vera autorità è il potere di servire. In tal modo, l'autorità non è abusata ma usata per scopi nobili. Questa è la via di Dio. Così sono quelli che Dio cerca di elevare, perché così facendo Egli benedice coloro che sono sotto la loro guida.

Gli individui che servono meglio sono anche quelli che vengono serviti più appassionatamente. Il rispetto e la devozione non sono reclamati ma dati liberamente e volentieri.

Il servizio riflette la fede in Cristo

Soprattutto, il nostro servizio riflette il polso della nostra fede in Cristo, irradiando il Suo modo di servire gli altri, aiutandoli a vedere Dio in azione attraverso il nostro comportamento – un comportamento così radicalmente distinto dal sistema di valori del mondo.

Gesù ebbe l'autorità assoluta nei cieli e sulla terra, ma Egli lavò i piedi dei discepoli! La responsabilità non si ferma alla scrivania del presidente. Inizia lì.

Per ulteriori approfondimenti, leggi i brani seguenti:

  • Genesi 1:26-31
  • 1 Timoteo 6:1
  • Ebrei 13:17
  • 1 Pietro 3:13-15
  • 1 Pietro 5:2-3
Iscrizione alla mailing list     Manda un link ad un amico     Stampa l'articolo     Email a MissionePerTe     Torna su

Pagine viste: