MPT suggerisce Il Corso Omega! Non perderlo.

Gesù è paragonabile ai fondatori di altre religioni?

Quest'articolo contiene estratti dal secondo capitolo del libro "Perché tra i tanti proprio Gesù" di Ravi Zacharias (Italia per Cristo editore in collaborazione con Soli Deo Gloria). Il libro è disponibile ad un prezzo conveniente (3 copie per circa Euro 10) presso Kurt Jost (www.solideogloria.name). Usato con permesso.

Gesù è decisamente superiore rispetto ai suoi concorrenti in campo religioso. Egli, di fatto, è in una categoria a sé stante.

Il Corano

Tra i musulmani oggi, c'è la credenza diffusa che tutti i profeti dell'islam erano senza peccato. Ma tale presunta purezza non corrisponde per nulla all'immagine dipinta dalle scritture islamiche nel Corano. Neppure le divinità dell'induismo e del buddismo sono prive di macchie.

  • Il più grande dei profeti dell'islam, Maometto, ha dovuto chiedere il perdono per il suo peccato (Sura 47 e 48). La parola viene tradotta come "colpe" piuttosto che "peccati"; ma in cosa consiste una "colpa" per cui è necessario chiedere perdono, se non un peccato?
  • Il matrimonio di Maometto con undici mogli è stato un soggetto ricco di fascino, che gli insegnanti musulmani hanno tentato di spiegare, e che certamente non è indice di perfezione.
  • I musulmani lottano anche con la descrizione imbarazzante nel Corano che dipinge il paradiso in termini di "vino e donne" (Sura 78:32).
  • Anche le lacune di Abramo e di Mosè, due dei profeti più riveriti nell'islam, sono chiaramente enunciate dal Corano stesso. Mosè chiese perdono dopo aver ucciso l'egiziano (Sura 28:16) e Abramo chiese perdono per il Giorno del Giudizio (Sura 26:82).
  • Neppure l'induismo è esente da rilievi. La giocosità di Krishna e le sue avventure con le compagne di latte nel Bhagavad Gita (uno dei testi più sacri dell'induismo) è un argomento di sincero imbarazzo per molti insegnanti induisti.
  • Il fatto stesso che il Budda abbia subìto delle rinascite implica, secondo le leggi della credenza buddista, che egli aveva vissuto delle vite imperfette. Egli lasciò la sua casa nel palazzo, voltando le spalle alla moglie e al figlio, per mettersi alla ricerca delle risposte che sapeva non avere. Il meglio che si può dire di lui è che seguì un sentiero per la purezza. Ma non possedeva la purezza stessa.

La differenza tra Gesù e Maometto non si limita solo al modo in cui hanno vissuto la loro chiamata, ma anche alla comprensione che avevano della chiamata stessa. Quando, all'inizio della sua missione come guida spirituale, Maometto affermava di aver ricevuto delle rivelazioni spirituali, egli stesso ne rimase confuso. Non era per nulla certo di cosa potessero significare. Fu necessario che altre persone gli suggerissero che, forse, stava sentendo la voce di Dio. Gesù invece seppe immediatamente e con precisione chi era e da dove veniva.

Questa pagina ti è stata utile? Perché non ordini il libro "Perché tra i tanti proprio Gesù" da Kurt Jost di www.solideogloria.name ad un prezzo conveniente (3 copie per circa Euro 10)?

Iscrizione alla mailing list     Manda un link ad un amico     Stampa l'articolo     Email a MissionePerTe     Torna su

Pagine viste:

Manda un link ad un amico     Stampa l'articolo     Dicci la tua     Iscrizione alla mailing list