MPT suggerisce Il Corso Omega! Non perderlo.

La morte di Gesù Cristo:
Atto di inganno o atto di amore?

Vuoi condividere questa buona notizia con i tuoi amici? Clicca qui per scaricare un depliant (gratuito) in formato Microsoft Publisher o Adobe PDF per stamparlo.

Ci sono persone che ancora non credono nella morte di Gesù. Dicono che non è morto sulla croce ma è semplicemente svenuto o fingeva di essere morto.

Perché inventare storie per negare la morte di Gesù?

Crocifissione

1. Perché non si riesce a negare la vita ed il ministero di Gesù prima della croce - ci sono troppe evidenze (anche evidenze non cristiane) che testimoniano che Gesù ha vissuto ed ha servito la gente.

2. Perché non si riesce a negare l'impatto di Gesù sulla gente dopo la croce - l'entusiasmo dei discepoli dopo la risurrezione, la crescita della chiesa antica, l'esistenza della chiesa fino ad oggi danno evidenza che i credenti di oggi ed allora servono un leader vivo, non un capo morto in disgrazia.

Non è possibile negare la vita di Gesù prima della croce e dopo la croce. Quindi, o devi credere nella risurrezione e signoria di Gesù Cristo o devi negare la Sua morte. Per chi non vuole inchinarsi per dichiarare che Gesù è Dio, che Gesù è vivo, che Gesù lo ama, e che Gesù gli chiede il loro amore, deve negare la croce.

Allora, la morte di Gesù è stato un atto di inganno o un atto di amore? Ci sono evidenze convincenti che Gesù è veramente morto per noi? Diamo un'occhiata agli eventi intorno alla morte di Gesù di Nazaret. Egli fu...

Angosciato: Matteo 26:36-39

"Tristezza", "angoscia", "tristezza mortale", "oppressione", "gettandosi con la faccia a terra" sono parole che descrivono uno che aspetta la morte (non lo svenimento). Gesù anticipava la Sua morte (Matteo 26:2). Perché l'ha fatto?

Flagellato: Matteo 27:22-26

"La frusta era il pauroso flagellum, fatto intrecciando pezzi di ossa o di piombo nelle cinghie di pelle. La vittima era spogliata e legata ad un palo." {Commentario per Espositori, Zondervan}.

Flagellato

"Le vene del sofferente erano scoperte, ed i... muscoli, tendini, ed intestini della vittima erano esposti." {Eusebio, 3º secolo, citato in Il Caso per Cristo, Zondervan}

Un certo Dottor Metherell (vedi le sue qualifiche sotto) afferma, "Sappiamo che tante persone sarebbero morte con questo tipo di flagellazione anche prima di essere crocifisse. Al minimo, la vittima proverrebbe un dolore tremendo e andrebbe in shock ipovolemico…. "Ipo" vuol dire "basso", "vol" vuol dire "volume", e "emico" vuole dire "sangue", quindi shock ipovolemico significa che la persona soffre gli effetti di aver perso una gran quantità di sangue. Questo risulta da quattro conseguenze:

  • prima, il cuore corre nel tentativo di pompare il sangue che non c'è più;
  • secondo, la pressione va in calo, causando lo svenimento ed il collasso;
  • terzo, i reni smettono di produrre urine per mantenere il volume che rimane; e
  • quarto, la persona diventa molto assetata perché il corpo brama i fluidi per restituire il volume di sangue."

Gesù aveva difficoltà nel portare la croce e poi è crollato ed aveva sete. Ha forse potuto fingere questo? Quanto sangue deve perdere prima che ci crediamo? Deve soffrire e deve morire per noi. Ma perché lo vuole fare?

Inchiodato: Matteo 27:35-38 e Giovanni 20:25

Inchiodato

Dottor Metherel dice, "È importante capire che il chiodo passerebbe attraverso il luogo in cui corre il nervo mediano [nel polso]…. Sai come ti senti quando colpisci il tuo gomito in quel punto sensibile che ti dà la scossa? Quello è un altro nervo…. Immagina che prendi un paio di pinze e stringi e schiacci quel nervo. Quella sensazione sarebbe simile a ciò che Gesù ha sperimentato."

Prima i polsi erano inchiodati alla trave, poi l'hanno innalzato e l'hanno fatto cadere sul palo più lungo, tirando i nervi già schiacciati. Poi, hanno inchiodato i Suoi piedi sul palo. Con le braccia stese in modo esagerato.

Dottor Metherel dice, "Tutte e due le spalle si sarebbero slogate."

Perché non dice, "Basta! Padre, aiutami!"?

Asfissiato: Matteo 27:50-54

Secondo Dottor Metherel durante una crocifissione, "…le tensioni sui muscoli e il diaframma mettono il torace nella posizione di inalazione; semplicemente, per espirare, l'individuo deve spingere su con i piedi per alleviare la tensione sui muscoli per un momento…. Dopo avere potuto espirare, la persona potrebbe scendere giù per inalare ancora una volta…. Questo continuerebbe fin quando la fatica completa prende il sopravvento, e la persona non sarebbe più capace ne di spingersi su, ne di respirare ancora."

Sapete il brutto di tutto questo? Gesù sapeva, "Questo sarà il mio ultimo respiro. So che non posso alzarmi più dopo questa volta."

Non fingeva. Quando si è alzato per l'ultimo respiro, perché ha scelto di non chiamare migliaia di angeli per soccorrerlo ma di scendere nell'ultima inalazione, nell'ultimo respiro, e nella morte.

Trafitto con una lancia: Giovanni 19:28-36

Quando hanno trafitto Gesù, perché uscivano sangue e acqua?

Dottor Metherel risponde, "Anche prima della Sua morte…lo shock ipovolemico [ossia la perdita di sangue] avrebbe causato un rapido e sostenuto battito cardiaco che avrebbe contribuito all'arresto cardiaco, risultando nella collezione di fluido nella membrana intorno al cuore, chiamato effusione pericardiale, ed anche intorno ai polmoni, chiamato effusione pleurale…. La lancia apparentemente ha attraversato il polmone destro e poi il cuore, di modo che quando è stata estratta la lancia, il fluido—l'effusione pericardiale e l'effusione pleurale—è uscito. Questo fluido appare come un liquido chiaro, come l'acqua…."

Dopo l'uscita di questo fluido con l'apparenza d'acqua, sarebbe uscito anche il sangue dal cuore. Nelle parole di Metherel, "Esattamente come Giovanni descrive nel suo Vangelo." Gesù è morto di un cuor rotto!

Perché Gesù ha scelto di morire di un cuor rotto?

Giudicato morto dagli esperti: Giovanni 19:28-36

Morte

I soldati vedono l'ultimo respiro di Gesù, forano Gesù con una lancia, lo fanno scendere dalla croce e vedono che non respira, e sono convinti che è morto.

Essi sanno che saranno uccisi se dichiarano che è morto ma non lo è. Comunque, questi esperti nella crocifissione, questi uomini militari con esperienza nella morte sono convinti che è morto.

Non c'era assolutamente nessun dubbio che Gesù era morto. Punto e basta.

Ma perché è morto?

Perché è morto? Romani 5:8

"Cristo è morto per noi" per mostrare "la grandezza del proprio amore per noi" (Romani 5:8).

Gesù ti conosce pienamente ed è morto per te. Gesù conosce che eri peccatore e che pecchi ancora ed è morto per te. Gesù ha tutto il potere nell'universo ma non si è salvato ed è morto per te. Ora vuole usare quel potere per cambiare la tua vita.

Gesù ha affrontato la morte con coraggio e con amore. Come affronterai la tua vita? Chi è amato completamente, riesce a fare grandi cose (1 Giovanni 4:19 - Noi amiamo perché egli ci ha amati per primo).

Come risponderai all'amore di Gesù rivelato nella Sua morte, nella Sua morte per te?

 


Chi è il Dottor Metherel?

Il Caso Gesù

Il Dottor Alexander Metherell è laureato in medicina all'Università di Miami, Florida (Usa), dottorato in ingegneria nell'Università di Bristol (Inghilterra), certificato diagnostico dal Consiglio Americano di Radiologia, consulente all'Istituto Nazionale (Americano) del Cuore, Polmone, e Sangue di Bethesda, Maryland (Usa), editore di 5 libri scientifici, e scrittore di articoli per riviste tipo Aerospace Medicine, Scientific American, The Physicologist, e Biophysics Journal. È stato intervistato sul tema della crocifissione per il libro Il Caso Gesù (Edizioni Centro Biblico).

Iscrizione alla mailing list     Manda un link ad un amico     Stampa l'articolo     Email a MissionePerTe     Torna su

Pagine viste:

Manda un link ad un amico     Stampa l'articolo     Dicci la tua     Iscrizione alla mailing list