MPT suggerisce Il Corso Omega! Non perderlo.

Predicare alla generazione TV

Questa pagina è tratta da un articolo scritto da Dottor J. Kent Edwards, professore di predicazione e fondatore di due chiese evangeliche.L'articolo è stato scritto per Contact (edizione invernale 2004) del Gordon-Conwell Seminario Teologico (www.gordonconwell.edu) e usato con permesso.

Hai intenzione di passare la serata con un buon libro stasera? Se è così, sei una rarità. La gente sceglie sempre di più di prendere in mano il suo telecomando e passare le sere davanti allo schermo luminoso. Adoriamo i nostri televisori, i nostri cinema ed i nostri DVD. Guardare la televisione è ormai il passatempo numero uno degli adulti in America. E cosa facciamo quando non c'è "nulla di interessante" in televisione? Spesso andiamo a vedere un film sul grande schermo.

Popcorn

Perché siamo così attratti da tutti questi schermi? Perché spendiamo così tanto del nostro tempo sotto la loro influenza? Non è a causa del popcorn—è a causa delle storie. La televisione vende storie. Dai un'occhiata agli spettacoli più visti. Praticamente sono tutti delle storie. Anche Hollywood fa smercio di storie. Schermi più grandi significano soltanto storie a più alto costo. E Blockbuster guadagna i suoi miliardi vendendo le sue storie appena un po' usate giù all'angolo. Viviamo in una società saturata dalle storie. La narrazione ha trionfato. E tutto questo dramma ha segnato la mente americana [e anche italiana!].

"Questo straordinario blocco di tempo…passato sotto l'influenza della narrazione…ha lasciato la sua impronta"¹. Ha cambiato la maniera in cui la gente preferisce comunicare. Il pubblico di oggi preferisce le storie. Anche quando va in chiesa. I predicatori saggi riconoscono la preferenza dei loro "parrocchiani" e cercheranno di approfittarne nella loro predicazione. Come? Ecco alcuni suggerimenti.

Predica da tutta la Parola di Dio

Non limitare la tua predicazione alle lettere di Paolo…. Oggi siamo a nostro agio preparando meccanicamente la scaletta di una predica da Romani 5, ma siamo meno sicuri di ciò che c'è da fare con altri generi letterari [ad esempio, le poesie dei Salmi, le narrazioni dei Vangeli e le profezie]. È ora di crescere. Dobbiamo imparare a predicare da tutta la Parola di Dio. I nostri orizzonti di omiletica devono espandersi fin quando non includano anche le narrazioni delle Scritture.

Il modo migliore per comunicare ad una società innamorata delle storie è attraverso le storie. Il modo migliore per predicare a questa società è utilizzare le storie delle Scritture. Le narrazioni sono il genere dominante della Bibbia. Per essere fedeli alla Parola ed efficaci nella nostra cultura abbiamo bisogno di imparare a predicare le storie delle Scritture.

"Mostrami la verità"

Una delle ragioni per cui le storie sono così efficaci è perché le storie non solo descrivono i concetti in modo astratto—ma mostrano questi concetti in azione. I narratori rivestono concetti quali giustizia, grazia e perdono nell'abbigliamento ordinario della vita di ogni giorno. Le narrazioni rendono le astrazioni evidenti e, nel processo, dimostrano la differenza che queste qualità fanno nella vita. Come risultato della loro proprio natura, le storie rispondono alla domande a cui alcuni teologi sistematici non rispondono: "E allora?" Quando viene impacchettata nella forma di una storia, la teologia diventa viva e rilevante per la vita. Se vuoi predicare efficacemente oggi, devi prendere spunto dalle storie che ti circondano. Non spieghi soltanto un concetto biblico; fai lo sforzo di renderlo vivo. Illustralo. Metti delle scarpe al concetto e fallo camminare tra le vite dei tuoi ascoltatori.

Diventa emotivo

Cinema

Le buone storie toccano i nostri cuori. Acclamiamo quando [il cavallo del film] "Seabiscuit" si precipita oltre la linea d'arrivo. Guardando il film "Lo Squalo", strilliamo di paura quando lo squalo salta fuori dall'acqua. Piangiamo quando, in "Casablanca", Ingrid Bergman guarda nel profondo degli occhi di Bogart e dice, "Baciami. Baciami come fosse l'ultima volta". L'emozione coinvolge il pubblico. Aggiunge interesse. Rende il momento memorabile. Sotto l'influenza del grande schermo, il pubblico contemporaneo non solo conta e gioisce all'emozione, ma spesso la considera un segno di autenticità. I predicatori più efficaci oggi capiscono il giusto posto della passione e non temono di utilizzarla per la causa di Cristo. La predicazione biblica dovrebbe fare di più che informare le nostre menti. Dovrebbe anche infiammare i nostri cuori.

Non solo guarda la televisione. Impara da essa. Modifica la tua predicazione per adattarla a chi guarda la televisione e va al cinema e sarai sorpreso da quanto diventerà efficace la tua predicazione. Predica nel modo che piace al tuo pubblico. Predica sermoni stile blockbuster.

¹ Timothy A. Turner, Preaching to Programmed People (Grand Rapids: Kregel, 1995).

Iscrizione alla mailing list     Manda un link ad un amico     Stampa l'articolo     Email a MissionePerTe     Torna su

Pagine viste: